mercoledì 1 dicembre 2010

"Black Friars. L' Ordine della Spada" di Virginia De Winter


Titolo Originale :   "Black Friars. L' Ordine della Spada"

Trama : 

Chi è Eloise Weiss? Perché il più antico vampiro della stirpe di Blackmore abbandona per lei l'eternità suscitando le ire di Axel Vandemberg, glaciale Princeps dello Studium e tormentato amore della giovane? La Vecchia Capitale si prepara alla Vigilia di Ognissanti e il coprifuoco è vicino perché il Presidio sta per aprire le sue porte. Il lento salmodiare delle orde di penitenti che si riversano per le vie, in cerca di anime da punire, è il segnale per gli abitanti di affrettarsi nelle proprie case, ma per Eloise Weiss è già troppo tardi. Scambiata per una vampira, cade vittima dell'irrazionalità di una fede che brucia ogni cosa al suo passaggio. In fin di vita esala una richiesta d'aiuto che giunge alle soglie della tomba dove Ashton Blackmore, un redivivo secolare, riposa protetto dalle ombre della Cattedrale di Black Friars. Il richiamo della ragazza è un sussurro che si trasforma in ordine, irrompe nella sua mente e lo riporta alla vita. Nobili vampiri di vecchie casate, spiriti reclusi e guerrieri, eroici umani e passioni che il tempo non è riuscito a cancellare: "Black Friars. L'ordine della spada" è un mondo nuovo che profuma di antico, un romanzo che si ammanta di gotico per condurre il lettore tra i vicoli della Vecchia Capitale o negli antri del Presidio, in un viaggio che continua oltre la carta e non finisce con l'ultima pagina.


Parere Personale :


Questo libro mi ha veramente conquistato,nonostante abbia qualche pecca (secondo il mio modestissimo parere) . E' prima di tutto un racconto gotico, di quelli che ti mettono i brividi e ti danno il batticuore perchè ti sembra di essere accanto ai personaggi.
La De Winter ha saputo creare un mondo tenebroso affascinante , pieno di pericoli ma non tralasciando i sentimenti . Ed è per questo che il libro mi ha affascinato così tanto. Eloise è una ragazza ventenne che studia per diventare un medico . Siamo in un'epoca non meglio specificata e forse questo rende tutto più piacevole. Abiti lunghi con corsetti  per le donne e feluche in testa per gli uomini...un mondo fantastico dove l'oscuro e il male si annida dietro ogni angolo dove  il Presidio rappresenta forse l'inferno o una sua leggera imitazione. I suoi abitanti sono demoni, morti ...creature che vivono nell'ombra. E in tutto questo si contrappone il mondo di Eloise una specie di università degli studi, una cittadella nella città stessa che rappresenta l'ordine e la legalità. La vicenda si apre con un'aggressione alla giovane Eloise che viene salvata da un essere misterioso: un vampiro. Discendente da una delle famiglie più illustri  e prestigiose di tutto il mondo di Aldenor .
Ashton Blackmore viene risvegliato dal suo sonno eterno dall'invocazione di un' innocente...Eloise appunto che sta per essere violentata e uccisa . Grata e nonostante tutto spaventata dall'arrivo di Ashton non può fare a meno di ringraziarlo e da quell'incontro che fra i due si instaura un rapporto strano ...all'inizio in tutta franchezza pensavo che si innamorassero ma ecco l'originalità della De Winter che finalmente spezza la solita monotonia Vampiro-Amore a prima vista !
Grazie Virginia per questa piccola concessione !
Si perchè nel cuore della coraggiosa Eloise c'è spazio o meglio...c'era spazio solo per Axel Vandemberg , Princeps dello Studium e Duca dell'Ordine della Chiave .
Nel passato di Eloise e Axel infatti c'è stato un grande amore ,ma poi qualcosa di drammatico ha posto fine a quel sentimento...ma si sà che un amore così grande non può passare così ,nonostante la sofferenza qualcosa ancora brucia infondo al cuore.
E qui fra ironiche e taglienti battute al vetriolo che i due si scambiano si capisce che qualcosa ancora di profondo c'è.

Axel Vandember è il personaggio meglio riuscito di questo libro. Nonostante sia biondo me ne sono innamorata ! E' forte, possessivo e terribilmente astuto e manipolatore. Un personaggio davvero pieno di sfaccettature. Un attimo prima il suo portamento regale lo rende gelido e un attimo dopo che il suo sguardo si posa sulla sua Eloise ecco che è di una tenerezza disarmante.

Ashton Blackmore è un vampiro centenario , ha visto la sua famiglia massacrata e adesso vuole far giustizia e per farlo ha bisogno di Eloise, perchè è colei che possiede dei poteri grazie ai quali può richiamare a sè tutte le creature del Presidio comandandole a bacchetta, e questa è una cosa che fà paura ad Eloise . Ashton la protegge e lei si aggrappa a lui come se fosse acqua limpida dopo una terribile sete.

Dopo aver delineato brevemente i personaggi principali della storia adesso passiamo alle cosuccie che mi hanno lasciata perplessa durante la lettura.
Innanzitutto vorrei fare i complimenti alla scrittrice per avermi regalato un libro con più di 600 pagine ! Io li adoro i libri lunghi...ma devo anche ammettere che devono essere ben scritti e questo qui lo è di certo...forse pure un pò troppo per una come me, perchè è prolisso di parole.
Avete presente un abito dell'800 ricamato finemente a mano ma troppo davvero troppo carico di pizzi e merletti ?
Questa è la sensazione che ho avuto leggendo.

Altro piccolo appunto : per tutto il libro abbiamo ripetuto fino quasi alla nausea i colori dei 2 uomini a contrasto : Axel capelli biondi come oro e occhi azzurri .....Ashton capelli neri e occhi viola ....mentre della povera Eloise sappiamo appena che ha i capelli e gli occhi scuri ...
Altra cosa un pò snervante...ci sono davvero troppi personaggi...che girano intorno ai 3 principali, in alcuni punti ho dovuto fermarmi e cercare di ricordare chi fosse chi e cosa facesse...comunque tutto sommato ogni personaggio è tracciato molto bene...basti ricordare Adrian Blackmore (e lì mi sciolgo perchè sto vampiro è degno di un libro tutto suo, speriamo che la De Winter mi accontenti prima o poi ) .
I luoghi sono così ben descritti che mi sembrava di essere accanto ad Eloise , nelle catacombe e nei cunicoli sotto la Cittadella.

Stavolta mi sono dilungata forse un pò troppo a commentare un libro ma ci sarebbe così tanto da dire ancora su questo libro che non sò davvero nemmeno cos'altro dire di più se non "provate a leggerlo" . E' un mix di romanticismo gotico e fantasy e se posso mi azzardo pure a ringraziere Virginia De Winter per aver scritto una bella storia originale e affascinante !

Era ora !!!!

Voto :  

Nessun commento: